Elettrocardiogramma

elettrocardiogramma


L’elettrocardiogramma consente di rappresentare graficamente l’attività elettrica cardiaca durante la fase di contrazione (sistole) e di rilasciamento (diastole) degli atri e dei ventricoli.

L’elettrocardiogramma ha lo scopo di verificare se l’attività elettrica dell’organo cardiaco è normale o se invece sono presenti condizioni patologiche che condizionano negativamente l’attività meccanica o bioelettrica del cuore. In caso di determinati problemi cardiaci, l’aspetto dell’elettrocardiogramma sarà differente da quello tipico di una situazione normale.

L’elettrocardiogramma è un esame semplice, non invasivo, indolore e privo di rischi. L’ elettrocardiogramma rileva l’attività elettrica cardiaca nel momento in cui esso viene effettuato perciò non si ha la garanzia di una diagnosi certa dal momento che le aritmie potrebbero non presentarsi durante il periodo di esecuzione dell’esame, per cui in determinate situazioni potrebbe essere consigliabile eseguire un monitoraggio elettrocardiografico della durata maggiore quali il monitoraggio Holter e i rilevatori ciclici di evento.

Il C.C.V. fornisce un il servizio di lettura ECG – Clicca qui